IL BAGNO DEGLI ALTRI
Testo e Musica: Vince Ricotta (1991)

Che bella serata in casa di amici,
le diapositive sono proprio stupende,
ma è da tre ore che sono seduto,
vorrei per piacere andare un minuto…
Il bagno degli altri ti attira e ti sveglia,
ci fai la pipì anche se non hai voglia
e poi c'è la chiave che ti fa padrone,
non puoi proprio perdere questa occasione.

Con sguardo "hitleriano" guardi gli spazzolini,
la cassetta del gatto e, dei bimbi, i calzini.
Le ciabatte stan ferme, di te hanno timore,
tutta la famiglia è in tuo potere.
Ma il momento peggiore è quando hai finito
di lavarti le mani e sei preoccupato,
guardi l'asciugamano e ti chiedi se
appartiene al lavabo o al vicino bidè.

E rimpiangi quei bagni che per gli ospiti hanno
sopra un piedestallo l'asciugamano illuminato,
è lì da vent'anni, nessuno lo usa, è pietrificato,
ma è ora di uscire e tu sei ancora bagnato.
Lo sguardo ti cade sull'accappatoio,
la zona migliore è la manica destra
felice ritorni alla triste serata
un'altra toilette… è conquistata.

Uscita su:
Tapes Live 900 (Album 2007)

Versione live in casa Albertin con Vito Vita e Vince Ricotta. Ivrea (TO) 26 Luglio 1995: