CHE BELLO STO MALE
Testo e Musica: Vince Ricotta (17 Febbraio 1992, bsg)

37 e mezzo di febbre, quindi non posso
andare a lavorare, mi tocca stare a letto.
37 e mezzo è sempre stata la mia
temperatura preferita quando stò male.

Che bello stò male, non mi devo stancare,
stò male al punto giusto per non lavorare,
stò male al punto giusto per godermi il giornale.

I miei famigliari sono gentili, affettuosi,
non mi fanno mancare niente, cibo e riviste a letto.

Che bello stò male, ma tra un po' dovrò guarire,
stò male da 3 giorni, mi può anche bastare,
un po' di malattia ogni tanto fa bene.

Il mio dottore mi ha detto che è meglio continuare
la cura ancora un mesetto per controllare, com'è gentile.

Che bello stò male, ma mi comincio ad annoiare,
stò male da 3 mesi, forse mi devo preoccupare
e poi ho già letto tutto, anche la carta per ca… pire.

Sono solo nel mio letto, asettico, perfetto,
in questo grande ospedale, nessuno mi può toccare…
tranne il dottore…

Dottore stò male, non mi deve abbandonare,
stò male da 3 anni, lei mi deve aiutare,
ormai io odio leggere, mi deve guarire,
voglio andare a lavorare, io mi voglio stancare,
voglio andare a lavorare anche senza… farmi pagare…

Uscita su: