QUELLA DI TORINO
Testo e Musica: Vince Ricotta (1990)

Tutti quanti gli artisti del mondo sono nati in una città
e c'è sempre il giorno in cui loro ci scrivono una canzone
e ne parlan sempre bene, dicon: "questa è la più bella",
ma noi di Torino che possiamo dir?

Ci piacerebbe si, dir che Torino è bella,
ma purtroppo qui la vita è sempre quella
e una ragazza da sola quando esce la sera mica sempre ritorna intera,
però Torino è bella, abbiamo persino il Po.

Ci piacerebbe, e già, dir che Torino è stupenda,
però se in centro si và il caos ci tormenta,
la “Fabbrica Italiana Automobili Torino” sporca il mondo e non si fermerà,
però Torino è stupenda c'è la Mole Antonelliana.

E piacerebbe a tutti dir che Torino è gaia,
però a conti fatti Torino è sempre operaia,
ti spreme e poi ti sputa nella periferia dove il niente è l'unica follia
Aggià dimenticavamo c'è lo stadio allora alè oò
Aggià dimenticavamo quindi c'è anche Superga.

Ma forse non è così, Torino ha solo i difetti di ogni enorme città…
ripopoliamo i paesi, sono belli e sono ancora là,
rispolveriamo i paesi, sono vuoti perché stiamo qua,
riconquistiamo i paesi, non è importante morire in queste città.

Aggià dimenticavamo… c'è il Museo Egizio.
Aggià dimenticavamo… c'è anche il Valentino si.
Aggià dimenticavamo… c'è anche il Toro Verde. (Ecc…)

Uscita su: